giovedì 20 dicembre 2012

Prima che sia giorno

 


Di te non ho che un ricordo confuso
che si aggroviglia in me
come foglie serpeggianti
sulla luce accecante di giugno
Ancora aspetto segni
al di là dell'alba
dove il cielo finisce
Prima che sia giorno
fammi trovare il tuo respiro
sulla diagonale del cuore

2 commenti:

  1. Freschezza espressiva, esperienze personali, scavo di ricordi, speranze di ritorni... con immagini significative. Sei veramente brava quando ti guardi dentro.
    B.D'Agnano

    RispondiElimina
  2. Il mio corpo giace dentro di te
    Disciplinano battiti del metronomo
    Nel tuo cuore

    RispondiElimina