venerdì 21 dicembre 2012

I poeti sono come i santi

I poeti sono come i santi
cadono in ginocchio
davanti ad un tramonto
rovesciando nei cieli
frammenti della loro anima
La traspsparenza del cuore
non viene sporcata
dalle mani pesanti
dei falsi profeti
I poeti scrivono parole
e non sanno
di costruire cattedrali
i poeti non si difendono
pregano
ma non si pentono
I poeti si alzano all'alba
per farsi spettinare dal vento
piangono in solitudine
insieme alle rondini
per unirsi al loro volo.

1 commento:

  1. E tu saresti tutto questo?...fantastico.
    Ti ci vedo in volo assieme alle rondini alla fine dell'estate..
    Splendida poesia. Brava Michela

    RispondiElimina