venerdì 8 marzo 2013

Anima Gemella

Sei venuto a cercarmi
sulle frequenze del sogno
ora abiti la mia anima
lasciato andare l'inverno
disegniamo notturni
e coperte stellate
malati della stessa nostalgia
e del tempo perduto
naufragati nello stesso mare
siamo come le dita
della stessa mano


3 commenti:

  1. La bellezza del cielo stellato nell' immagine significativa della coperta punteggiata di astri e la metafora delle dita della mano che rendono bene il senso dell' unione e dell' intesa di due anime accese dallo stesso sentimento.
    B.D'Agnano

    RispondiElimina
  2. Mi ero persa nel buio,ma hai cavalcato le onde del desiderio...ed io ero lì.
    Sei dentro di mè.
    Il mio cuore non è più freddo,la sua armonia è lieta.
    La notte è nostra,le luci del cielo ci proteggono.
    Alto è il rimpianto per tutti i momenti sciupati.
    Ora,adesso,sempre...siamo immersi nello stesso amore,siamo due,ma siamo uno.
    X te ostrica tenace.
    Marco Malaguti.

    RispondiElimina
  3. Decisamente non so se come me hai pensato che il testo perfetto comincia con una maiuscola e si esaurisce con un punto anche se in dimensioni bibliche comunque sei brava

    RispondiElimina