domenica 17 marzo 2013

conflitto

L'ideale
è sempre così alto
troppo alto
e il corpo
così debole
l'anima assediata
che conflitto mio Dio
sarò dannata
sarò punita
solo perchè
ho troppo amato ?

2 commenti:

  1. Nell'attimo stesso in cui la luce ci colpisce per la prima volta,un istante dopo che viene reciso il legame che ci unisce a nostra madre...inconsciamente abbiamo già uno scopo,un compito...ci dobbiamo nutrire per potere crescere.
    Il fato del sole si compie innumerevoli volte,gli spiriti liberi si alimentano di sfide che rinnovano continuamente.Le vette da raggiungere sono impervie ed elevatissime,ma anche pure e colme di pace.
    L'anima si duole,il pianto si trasforma in urlo lacerante.L'avversario è forte,subdolo,le sue armate sono possenti.Il conflitto sembra senza speranza,ma non ci si consegna a lui.O si cade dal dirupo,o si raggiunge la cima.
    Una certezza accompagna sempre:non si attraversa l'Acheronte perchè si anela il frutto più gustoso e profumato.
    Marco Malaguti.

    RispondiElimina
  2. Se non ami, se non hai mai amato non intraprendere questo viaggio, non trascinare la tua anima per sentieri impervi, sconosciuti, oscuri e a volte ingannevoli. Forse il tuo corpo resterebbe deluso o, peggio, ti annoieresti. Volgi dunque la spalle al pericolo e riconciliati con chi pensi ti debba giudicare. Ma non sentirti al sicuro, e quando amerai, torna sui tuoi passi. Da sola troverai il cammino verso la vetta, se ascolterai il tuo cuore, e l'anima tua si farà carico del fardello terreno,spezzando il conflitto. Fino al cospetto del tuo ideale. E Dio? Se avrai agito ascoltando il tuo cuore nessun conflitto sarà giudicato nè punito. Le domande dell'anima trovano risposte nel cuore, non dimenticarlo

    RispondiElimina