domenica 9 giugno 2013

Ci ho pensato a lungo..non sono fatta per stare qui..non sono adatta per nessun luogo!!!

1 commento:

  1. Questo mondo,per le persone speciali è veramente difficile. Ovunque rivolgi lo sguardo vedi ingiustizie e cattiverie,i nostri occhi vengono continuamente colpiti da immagini di tragedie e violenze,tutti i sensi vengono continuamente violentati da sentimenti quali odio,arroganza,falsità e paura. Il cervello è attraversato da urla disperate di tanta gente che cerca aiuto,il cuore batte a mille all'ora perchè reggere tutto questo diventa quasi impossibile.
    C'è un'avversione per la vita umana che ha raggiunto livelli insostenibili,nessuno che porge una mano,che dice una parola di conforto,che s'impegna per fare in modo di virare la rotta.
    I valori che guidano,al giorno d'oggi,questa "civiltà" sono viscidi ed impalpabili: bisogna apparire superiori ai propri simili,tutto deve ruotare intorno a noi,dobbiamo assolutamente raggiungere i nostri obiettivi,a qualsiasi costo,e non importa nulla dei danni che si provocano agli altri,non importa.
    Non c'è il tempo per fermarci e riflettere,sempre di corsa alla ricerca di un risultato,di una meta che ci deve dare potere e gloria.
    E quando si ha la sensazione di avere in pugno questo risultato,ottenuto con qualsiasi mezzo e con grandi sacrifici,ci si rende conto che non è sufficiente,che è ancora poco,che bisogna avere ancora di più ed ancora di meglio. E si riparte nuovamente verso una lunga ed irrefrenabile corsa.
    Ma a tutto c'è un limite,non è infinita questa strada maledetta e piena di luci false e fredde che durano un'istante e nulla più.Arriva per tutti,tutti, il momento in cui la gara termina ... e non si è raggiunto il traguardo. Solo in quel momento ti fermi,provi a riflettere,perchè,che cosa ho fatto,dove devo arrivare,cosa devo conquistare? Poi ti volti indietro,e vedi l'orrore che hai lasciato,oramai irrimediabile e spaventoso.
    Prima parlavo di sacrifici: per giungere a questi "incredibili" risultati,hai dimenticato la famiglia,gli amici,hai cancellato amore ed onore.
    Ma è tardi,troppo tardi,non si torna indietro,e ci si rende conto che si è perso,che si è sconfitti e non c'è il tempo per rimediare ai propri errori.
    Proprio per questo,le persone speciali devono esistere,non possono volare via: solo loro possono dare l'esempio,con le parole (le parole sono magiche,lo dici tu),con i gesti semplici e pieni di armonia e delicatezza.
    Le persone speciali sono come l'albero di questa stupenda immagine:offrono un riparo ed un appiglio contro tutto il buio che sovrasta questa immensa tragedia.
    Non possono,da sole,rivoluzionare tutto questo,è impossibile,e nessuno lo chiede,ma devono rappresentare un piccolo vaso di Pandora. Sapere che esistono queste persone,basta cercarle,è già una vittoria.
    Come se,dopo tanta fatica e sforzi,riesci ad aprire una piccola ostrica tenace,per godere dello spettacolo che racchiude al suo interno.
    Ciao,amica carissima.
    Sai chi sono.

    RispondiElimina