domenica 22 settembre 2013

MICHELA, TI VOGLIO BENE
Quanta paura,
quanta tensione,
il mio ennesimo sbaglio
e ho creduto d'averti persa
o per meglio dire, il mio pessimismo
mi ha portato a credere d'averti persa
facendomi dimenticare la  tua grande umanità,
la tua grande sensibilità.
Ma il mio inconsccio mi tradisce
a tal punto che l'altro dì
parlando di te, sbagliandomi,
ho detto "mia madre"
e in quel momento
mi ha travolto
un mondo di sensazioni,
parlare di pelle d'oca è poco
quando addirittura è lo stomaco a tremare.
Ho paura,
desideri irreallizzabili
o sensazioni che parlano al posto mio?
Michela, ti voglio bene


POESIA di Emiliano Rosso   Anima sensibile in cerca di pace.....grazie di cuore

Nessun commento:

Posta un commento