giovedì 12 settembre 2013

Muove l'aria
bisbigliando i ricordi
scendono lievi
come ombre allungate
inghiottite dal silenzio
da precipizi senza luce
qui la notte
sta facendo strage di noi...

1 commento:

  1. Le nostre memorie,silenziose,ma non del tutto,si allontanano.
    Come spiriti leggeri ed infiniti,vengono consumati dall'oblio del nulla e da abissi senza speranza.
    Il nero che ci circonda,ci sta distruggendo.


    Non sono affatto sicuro di avere interpretato nel giusto modo questi versi fantastici ed incredibilmente dolci. Ma io li ho letti così.
    Un abbraccio speciale per tè,amica mia,dolcissima ostrica tenace.

    Sai chi sono.

    RispondiElimina