lunedì 6 gennaio 2014

CAPODANNO


Vite a scomparsa

dietro a finestre illuminate-

alberi di Natale impazziti

tra fuochi di artificio

e polvere di solitudini-

io...

tra le dita cenere....

e un sogno nuovo.

1 commento:

  1. Esistenze che svaniscono.
    Al di là di quei vetri pieni di stelle,
    ove immagini di feste astratte perdono la ragione
    tra luci scoppiettanti e briciole di vuoto.
    Io
    nel limbo,tra speranze svanite,e desideri intatti.

    Amica mia dolcissima,ostrica tenace colma di tesori e gemme preziose,questi tuoi stupendi versi racchiudono una metafora della vita.
    Ci districhiamo continuamente tra brevi momenti di luce,a lunghissimi periodi di oscurità.
    Mi hai fatto tornare in mente la bellissima poesia del Leopardi
    "...rimembri ancora
    Quel tempo della tua vita mortale...".
    Amica mia,ancora una volta,i tuoi scritti sono fonte di serenità incredibile.
    Le tue parole sono MAGICHE.
    Grazie di esistere.
    Sai chi sono.

    RispondiElimina