domenica 1 giugno 2014

E di notte.....

Trovo così difficile
convivere con me stessa.
Far passare questa notte..
parlare di un dolore.
E di notte
quando il silenzio è più forte..
quando riempie tutti gli spazi
io sento di più..
Il silenzio mi beve tutta..
sento i ritmi disordinati
del mio cuore,
le macchine che graffiano l'asfalto,
l'ombra immobile
della tenda verde.azzurra ,
il ticchettio dell'orologio a muro
le goccie che scendono .
Vorrei rivoltarmi come un guanto..
assolvermi e condannarmi...
rovesciare la mia vita .
Trovo difficile
convivere con me stessa..
questa pazza
che scrive ,
che scrive poesie
come se sistemasse
fiori dentro un vaso .
E' che di notte
i pensieri
si dilatano troppo
o che alcuni dolori
diventano insopportabili .





Nessun commento:

Posta un commento