venerdì 29 agosto 2014

La mia stanza ora
è un quadrato di niente
riempito fino all'orlo di sale
tra la notte e il giorno
mi hai detto addio
poi ho spalancato la finestra ad est
e tu sei entrato
a premermi il cuore
a farmi male di nuovo
con la tua assenza
tutto è perduto
maledetto amore
in questo azzurro pallido
non ci sono usignoli
a chiamarmi bella
è strano
non vedo gli angeli
dovrebbero essere qui
a cantare con me
questo mio ultimo
canto d'amore

Nessun commento:

Posta un commento