domenica 12 ottobre 2014

Il problema è la morte. Nasciamo e sappiamo che esiste la morte.
Siamo condannati fin dal primo istante in cui abbiamo respirato e pianto, e siamo caduti piangendo la prima volta pieni di paura e di vita.
Il problema è la morte e il tempo.
Viviamo come se fossimo immortali credendo che il tempo durerà all'infinito, facciamo progetti proiettati nel futuro in un domani nebuloso o carico di speranze, oppure oscilliamo dietro ai ricordi dimenticando che siamo qui solo per quest'attimo che lasciamo passare inutilmente.
Cosa farei se sapessi il giorno preciso in cui morirò ?
A questa domanda non so rispondere; una cosa è certa, dovremmo vivere cercando di essere qui e ora, dando un senso alla nostra esistenza.
E ho capito che la paura più grande dell'uomo è vivere. Che facciamo tutti lo stesso sbaglio, rimandiamo il tempo, pensando di essere immortali ma.....la vita è adesso, la vita è quest'attimo.
Tic tac, tic tac, le lancette scorrono.....
e quando saremo di La' il peccato più grande sarà proprio questo.
" ciò che non abbiamo vissuto "

Domenica 12 ottobre  ore 7.40

Nessun commento:

Posta un commento