venerdì 3 ottobre 2014

Ofelia ....non è il mio nome ( una pagina del mio diario )

Piove. Di colpo sta piovendo e
sento i brividi, ho freddo .Mi viene naturale quel gesto che mi accompagna da troppi anni , da quando avevo 5 anni; mi abbraccio , per un istante mi abbraccio.  Poi lascio cadere le braccia , la mia maglietta bianca è sottile, la pioggia cade sulla mia lunghissima gonna bianca, sta diventando trasparente...aderisce alle mie gambe ..La sensazione di freddo fa intravedere i miei capezzoli, non so dove trovare riparo. L'uomo mi osserva da un pò , mi guarda. Gli occhi fissi su di me , sul mio vestito bianco, sui miei capelli bagnati.Di colpo mi sento nuda, sento il suo sguardo attraversarmi tutta . Sta fissando il mio corpo..come se stesse toccandomi..
Mi sento così a disagio, abbasso gli occhi vergognandomi, il suo sguardo è così intenso...mi allontano.
Ma lui in un attimo mi raggiunge , mi tocca il braccio delicatamente ma con un gesto deciso.
_"  Come ti chiami? Scusami ,voglio solo sapere come ti chiami."
Ma io scappo, in un attimo sono entrata nel negozio più vicino.
Lui mi raggiunge subito. Insiste .
_ " Voglio sapere come ti chiami. Mi piaci , mi piaci moltissimo"
In un soffio gli dico :" Mi chiamo Ofelia " .
Per un istante lo guardo dritto nergli occhi, lui anniusce con la testa sta per dirmi qualcosa .
Esco , il mio pulman sta pasando proprio adesso.. Salgo decisa. Lui è ancora lì per strada sotto la pioggia che mi guarda con un espressione che non so descrivere.
Ofelia ....non è il mio nome .






Nessun commento:

Posta un commento