sabato 15 novembre 2014

Guarda la verità,
ti sei inventata
un'altra vita,
non ci sono miracoli,
ma solo altre stanze
da chiudere,
voci arrivate
da distanze infinite.
Fai la piroetta
sotto il freddo metallo,
asciuga queste lacrimi inutili.
Goditi il nulla dell'alba,
il chiacchericcio stentato
sotto la pioggia,
l'uomo poco saggio
e l'incanto delle colline.
Quando conto i fiori
che mi sono rimasti,
divento triste.
I sensi sciupati,
mani prestate di notte.
Lo giuro,mai più.
nessun occhio umano
mi vedrà tremare così..
in ginocchio,
nella terra dei poeti
a Crea.


Nessun commento:

Posta un commento