lunedì 3 novembre 2014

Una stanza tutta per me

Preparai una stanza
per la solitudine
e presto vi alloggiai
tutti i miei silenzi.
Ma venne improvvvisa
una schiera d'angeli
e tu annunciasti solenne
la presenza.
Ora ,lo spazio è provvisorio
e mi preme sul cuore
il peso di un gigante
Il vento ha distillato
il suo profumo eterno,
pronto per sempre
l'ultimo tramonto.
Prima che fosse buio
io fui tutta
abbracciata alla luce.

1 commento:

  1. Un angolo mio,solo per me.
    Vi ho riposto tutti i miei oblii.
    Uno squarcio di mite purezza...era la tua presenza.
    Non ho più certezze,solo subbi e gravosi dilemmi.
    L'aria è piena di aromi infiniti
    in attesa dell'ultimo saluto.
    MI stringo ad un'ultima speranza
    avanti all'arrivo delle tenebre.

    Grazie di questi versi,cara amica mia
    "ostrica tenace"
    Paura,dubbi,speranze vanificate.
    Solitudine.
    In molti,in questi tempi,hanno in comune questi sentimenti.
    E trovare la forza di continuare a "combattere" (sopravvivere),è sempre più difficile.
    Grazie ancora del caffè,come sempre ottimo.
    Sai chi sono.

    RispondiElimina