venerdì 30 gennaio 2015

Ora ti dirò una cosa

troppo o

troppo poco

sono talmente distanti

da sfiorarsi

fino ad esserei la stessa cosa

mercoledì 28 gennaio 2015

Ho qualcosa dentro di me
che mi fa male
io non so cos'è
non so dargli un nome
forse ho immagazzinato troppe cose nella mia anima
dovrei lasciare andare
alleggerire il carico
lasciarmi andare
smettere di sentirmi sempre nello stesso modo
sempre inadeguata
nel posto sbagliato
continuamente sul punto di scoppiare a piangere
con la sensazione sgradevole di essere scoperta
di sentirmi dire da un momento all'altro
" guarda che abbiamo capito che sei esattamente come ti vedi "
cioè una nullità
e non servono i pensieri positivi
o l'ennesimo complimento
io credo che ci sia qualcosa di sbagliato in me
un difetto di fabbrica
sento tutto in modo esageratamente esagerato
come se ci fosse un vuoto
una specie di
tenia emozionale che chiede ..chiede continuamente amore
e non basta mai mai.

martedì 27 gennaio 2015

Quando sei troppo sincera
avviene quello che in natura
si chiama " selezione naturale ".
Solo i più forti rimangono.

Ci sono sogni che sarebbe meglio non sognare mai
notti troppo lunghe
mani che non ci stringeranno mai.

La poesia non ci dà da mangiare....ci fa solo raccogliere stelle !!!

domenica 25 gennaio 2015


Credo di essere troppo compressa
poco compresa.
Sovente ho spalancato la mia anima
lo so
vuole volare via.

Questa notte

La mia felicità
dorme così lontana
Oh mio povero cuore
labbra ormai sigillate
dentro un sogno morto
ti ho di nuovo perduto
in mari troppi profondi  
mio cuore assillato
dall'ultimo dubbio
come un vascello stanco
in balia dei venti
e della tempesta
sacro agli dei
questa notte
questa notte
diventerò un altro mare
o un angelo ?

venerdì 23 gennaio 2015

Urlerò ancora il mio nome

Non riuscirò a trovare parole
cosa potrei scrivere ?
Gennaio è troppo triste
Mi nasconde dentro questa nebbia
come in un libro d'argento
viaggiando intorno a un mistero
alle cose appena sfiorate
e tutto mi ricorda tutto
dovrei svegliarmi dentro un'ampolla lunare
sono andata troppo lontano e
non c'è più un luogo da raggiungere
ho perso troppe cose ormai
brandelli ..abiti..pelle
la meraviglia della luce
c'era un prezzo troppo alto da pagare
per l'ultima consegna del cuore
ci sono tristezze
grandi come fazzoletti
chiusi dentro una voce
quando tutto
continua a ricordarti tutto
e non puoi tornare più indietro
depongo le ali
rinuncio all'inferno al paradiso
è un sacrilegio perdere
tutta questa passione
chiamare un'ombra poesia
che nessuno capirà 
senza una lacrima
e nessuno
mai nessuno
che mi trascini via
urlerò ancora il mio nome
amen


venerdì 16 gennaio 2015

Superga

Svetta sulla collina azzurra
come un fiore scuro
una tomba immensa
la nebbia che la nasconde all'alba
le da un che di magico
un'impressione quasi inquietante
sento tutta l'energia che emana
un silenzio pieno di negatività
ma qualcosa mi attira
ne sono quasi incantata
non posso fare a meno di guardarla
il tempo si è fermato
nonostante le continue albe e tramonti
continua a versare la sua magia
non riesco a non guardarla
ne subisco il fascino
e...non so dire perchè.

domenica 11 gennaio 2015


PERCHE' LE PIU' GRANDI VERITA' CE LE DICONO SOLO I POETI ..I PAZZI...I CANTAUTORI ?
In fondo la parte più profonda di noi non la raggiungiamo mai in una volta sola...entriamo e usciamo da noi stessi infinite volte . Cercandoci.
Non voglio definire con un nome questo stato dell'anima, ho capito che proprio quando sono convinta di essermi persa del tutto in realtà sto solo scoprendo altre parti di me.
Non è che io non apprezzi quello che ho, non si chiama ingratitudine alla vita, al contrario,è che mi rifiuto di vivere in superficie, di sentirmi solo fra parantesi.
Non voglio sentirmi solo come corpo,cerco di afferrare dentro di me qualcosa che non vedo, ma che sento.
Forse cercherò un senso nello stesso modo che conosco da sempre.
Cercherò un pò di bellezza.Qual'è la cosa più importante?
Metterò un fiore in un bicchiere e lo guarderò.
Credo che oggi comincerò da questo.



2 Gennaio 2015

Volevo dirgli " Muoio se te ne vai, ma anche se rimani "

Spesso ci domandiamo chi siamo, ed è giusto chiederselo.
Ma non siamo quasi mai quello che diciamo.
Le parole possono trarre in inganno, confondere noi e gli altri.
Noi siamo quello che facciamo. Sempre.
Non credo più alle date da tempo...credo solo alle persone che fanno la differenza di quelle date.

Ho sempre amato la Francia, non è un mistero, ma oggi in modo particolare mi sento un pò più francese, come tutti voi ho impresso negli occhi l'orrore di quell'immagine,
La morte è sempre spaventosa, ma la sola immagine di un uomo che muore mi turba tantissimo. Che cosa faremo ? Non poseremo mai le nostre matite, le nostre penne, queste sono le nostre armi. 



8 Gennaio 2015

Nella mia vita mi sono disfatta di molte cose
volevo sentirmi " leggera " e ...non avere
più niente da perdere.
Dev'essere questa la paura.
Il sole cadeva disordinato
sulle montagne frastagliate
un cielo di nuvole bianche come coperta
anch'io cadevo nei miei pensieri
mentre tu bussavi più forte
al mio cuore...ancora.
Avrei voluto chiedergli
dove vai così a pezzi ?
Ma lui vuole volare via
dentro una memoria nuova
composta solo di poesia
di bellezza
di vento.

Se potessi raggiungere
quella parte di me
quella che non c'è mai.
Se potessi raggiungerla
nonostante me
adesso.