domenica 22 febbraio 2015

Preferisco...

Preferisco il rumore della pioggia
ad un giorno d'estate
l'odore dell'alba alle 6 del mattino
alle tue mani abbandonate
Preferisco l'angolo sulla strada
con le piccole viole
alle forme geometriche
il liberty al cubismo
Prefersisco il mare alla montagna
Dinard con le finestre puntate sulle scogliere
che la costa azzurra
Preferisco il tuo sorriso incantato
all'anno bisestile
l'autunno all'estate
un viaggio senza ritorno
che la pila di sedie nel cortile sotto la pioggia
Preferisco il mio disappunto alla tue resa totale
ho in tasca 3 cuori di pietra
e un pò di blues
lo sai ?
Preferisco impazzire che diventare saggia

1 commento:

  1. Tacciono perché dai loro sensi
    le pareti sono tolte e l'ore,
    quelle in cui sono compresi,
    vanno e vengono su e giù.

    Rainer Maria Rilke

    Per te, che preferisci la follia alla noiosa e asettica sanità mentale

    RispondiElimina