sabato 30 maggio 2015

E cammino per i vicoli
come cielo un rettangolo stretto stretto
ma è la mia Torino, la conosco
e lei conosce me.
I tuoi occhi, amore,
hanno il colore
di certe foglie
del bosco, in autunno,
tra l'ambra ed il nocciola,
una sfumatura di mezzo,
luminosa e calda,
che vuole sfumare
tutta nel tramonto.







a mia figlia Lucrezia
"perchè dimentichiamo troppo presto,
 perchè abbiamo perso la dimensione del divino,
 perchè siamo connessi a tutto tranne che alla vita, 
perchè la maledizione degli uomini è dimenticare "

Tutto sommato va ancora splendidamente :
non mi lamento
riesco a dare il meglio e il peggio di me.
Vuoi fare qualcosa
di veramente estremo
terribile, pericoloso ?
Guardati.
Guardati veramente.
Guardati dentro.
E' come se avessi

una fiamma interiore

che brucia,

è uno sforzo impari il mio

è come creare,

inventare,

il paradiso dal nulla

ho una tale impetuosa voglia di vivere

voglio tutto

non posso fare finta di vivere

o vivo

o muoio.

Quando ti mancheranno le parole
dimmelo con la musica.

Sai cosa sono i salici ?

Non sono alberi

ma donne bellissime

e vanitose

con degli splendidi capelli

che rovesciano sulle sponde dei fiumi

per farsi baciare dall'acqua.

Seriamente
io e te
insieme
faremo molti danni.
Non credi sia ora di cominciare ?
L'amore è sempre oltre la linea incerta e breve
dello spazio- tempo,
credo che si diventa immortali solo amando.




.

Michela De Liquori

Due amanti
per definizione
non potranno mai essere felici
perchè la loro estrema felicità
e infelicità
è tutta lì...
nell'impossibilità di raggiungersi.

Michela De Liquori
Questa è l'ora del tramonto
questa è l'ora di pensare a me e a te.
Mi vengono in mente solo verbi all'infinito:
Amare
Restare
Sognare
Sentire
Capire
Baciare
Resistere
Esistere
Urlare
Bruciare
Guardare
Ridere
Volare.

In tutte le desinenze possibili
e impossibili.
In tutte le parole che non ho trovato.

Michela De Liquori
Perchè impariamo
sempre dal dolore
e mai dalla felicità ?

Michela De Liquori