lunedì 14 settembre 2015

Mi sono cercata ovunque
e ho perso tempo
e c'è stato un momento,
un momento lunghissimo in verità
in cui ho creduto che,
potevo trovare me stessa nella poesia
stare per un pò di tempo seduta a puntino
con i miei occhi da pazza
come qualunque altra donna
godermi lo spettacolo
il temporale, i tuoni
i suoi occhi adoranti
l'odore aspro dopo l'ultima battaglia
l'abbandono caldo e la resa
ma la poesia non ti salva
non ti salva dal vuoto
non ti salva dal dolore
è solo un'altra dannazione
e io ho sprecato la mia vita
a girare intorno alla mia ombra

mercoledì 2 settembre 2015


Perchè tutte le tempeste infuriano dentro di me
quando dico - " voglio, voglio " ?

















8 agosto  2015
A quelli che si sono dati con il contagocce lasceremo solo la nostra ombra.
Non meritate altro.
Le persone non sono interruttori da accendere o spegnere.
O da cercare solo quando non hai altro da fare.
Non puoi mettermi in un cassetto e tirarmi fuori solo quando ne hai bisogno.
Non ho il cuore a fisarmonica e forse ho dato troppo com'è nella mia natura, ed ora com'è nella mia natura sparisco.
Ti lascio la mia ombra. Abbine cura.









8 agosto   2015
Cos'è che che vi manca ?
io direi il cuore.
Altrimenti non si spiega.
Non si spiega niente.
Non so che farmene delle vostre parole.
Io voglio solo un pò di cuore.
Sto morendo di parole.

















8 agosto  2015

Lasciate un'impronta degna dei vostri sentimenti.
Lasciate perdere le parole.
Quelle sono fatte apposta per confondere







8 agosto   2015
Quante volte nel corso della nostra vita ripetiamo " è mio ? "
Che affermazione impertinente e inutile.
Che cosa è veramente nostro?
Cosa ci appartiene veramente ?
Quando ero piccola dicevo " mia madre , la mia casa, il mio paese".
Poi crescendo, " il mio ragazzo, il mio lavoro, i miei vestiti, mio marito."
Ora mi rendo conto che nulla ci appartiene.
Neanche le mie figlie mi appartengono, neanche il mio corpo un giorno mi apparterrà più.
Tutto è così fugace, così transitorio, così spaventosamente fragile.
Niente è per sempre, cercavo un grande amore, qualcuno a cui donare tutta me stessa...cercavo un " per sempre ", forse perchè sono una romantica, o forse perchè non ho mai avuto una famiglia e ..l'ideale, era sempre troppo alto rispetto alla realtà, era inevitabile che io scegliessi gli uomini sbagliati. Io ero sbagliata, mi mancavano troppe cose, troppe certezze, cercavo l'impossibile. e quando si cerca l'impossibile la delusione è inevitabile.
In una lettera a mia madre scritta quando ero in analisi, una lettera che il mio terapeuta mi obbligò a scrivere anni fa,riuscii con fatica a dire a mia madre cose che erano lì, dentro di me da anni, nodi, nodi strettissimi, che mi impedivano quasi di respirare, una bambina non può capire i problemi di una madre, una bambina vuole solo essere amata, abbracciata.
In quella lettera lunghissima scrissi tante cose, ma una mi è rimasta impressa. una frase che, ancora oggi mi sembra attuale.
" sono cresciuta con la sensazione di essere storpia emotivamente parlando "...ho sempre questa sensazione sgradevole di non essere adeguata per questa vita..
Cos'è veramente mio ?
Cosa porterò di là ?
Io penso di essere stata una bambina con troppe domande, e poi una donna un pò complicata, molto sfaccettata.
Mi chiedo ancora cosa porterò di là.
Io penso la mia voglia di capire, il mio desiderio di essere amata e accettata con tutti i miei difetti, le mie imperfezioni, le mie contraddizioni.
Il bisogno di vedere oltre l'apparenza, non ho mai creduto che le persone fossero come sembravano, ho sempre immaginato che c'era altro, molto altro sotto.
Se dovessi dare un consiglio spassionato agli altri gli direi di avere un pò più di sensibilità, un pò più di compassione, c'è troppa indifferenza, troppo cinismo, troppo egoismo nel cuore degli uomini.
Io ho solo questo. La poesia.. Io che non ho studiato e che sono così ignorante, posso dire che di là porterò questo.La mia voglia di bellezza. Di meraviglia.Questo è mio. E questo mi apparterrà, sempre.








10 agosto   2015
Non si può elemosinare l'amore
e un uomo avaro di sentimenti
è simbolicamente solo uno stitico.
Vi farà mancare tutto.
Meglio darsi alla fuga.







10 agosto 2015

dormo da sola, su un lenzuolo tutto rosso
con mille cuori disegnati...
è sempre il simbolismo di tutto ciò che mi manca
a rendermi così disperatamente triste.









11 agosto 2015
Si rimane soli,
perchè
qualche volta l'amore non basta.
E anche se hai dato tutta te stessa
non è stato abbastanza.
L'amore non è servito a niente.
Può esserci qualcosa di più triste ?
Guarderò alla solitudine in un modo affascinante.
Giuro.









14 agosto  2015
Alcune volte ci scambiavamo i pensieri
altre volte un bacio.
Quando volevamo impazzire
ci scambiavano l'anima.















15 agosto   2015
Il mio difetto più grande è quello di sopravvalutare le persone.
Quando smetterò di credere che gli altri siano buoni e sensibili ?
Con me non lo sono stati, tranne rare eccezioni.
E' possibile cambiare ? Diventare un'altra ? Più fredda, più razionale ?





15 agosto   2015
Mi bruciano ancora gli occhi
velluto azzurro sul tronco
sapore amaro autunnale
oh feroce scarto del cuore
mia piena d'amore inutile
voglio ragnatele spesse
dure
impenetrabili
da questo momento
per l'eternità
e oltre.





17 agosto   2015

Ti feriscono a morte solo le persone che hai amato di più.
E la storia si ripete, ancora, ancora.






17 agosto   2015
I rapporti umani sono un vero disastro
quando non si reggono sull'amore
e il collante principale è la paura.
Occorre una dose massiccia di sensibilità
di sensibilità...di sensibilità.
Vedo in giro fantasmi travestiti da persone.
Tante, troppe vuote parole.
Poco cuore, poca voglia di amare veramente.





18 agosto   2015 
Ho come l'impressione
di non trattenere più nulla.
Quelle come me
cercano l'equilibrio nelle squilibrio
aggrappandosi a piccole certezze.
Sempre meno credo alle date
e gli attimi volano, volano.
Il tempo è un Dio crudele
che si è portato via tutto.
Anche la speranza.






18 agosto    2015
ci sono voluti anni e anni ma
alla fine la bella addormentata si è svegliata.
Stavo dormendo così bene....



18 agosto 2015

martedì 1 settembre 2015


Ma quelli che mi dicevano " senza di te non posso vivere "
come mai sono ancora vivi ?

in fondo i poeti parlano da soli

sono dei pazzi.



21 agosto  2015

Non mi basta respirare
per sentirmi viva,
non è sufficiente soddisfare il corpo
con i bisogni essenziali, poco, tropo poco.
La mia paura più grande
è quella di perdere me stessa.
Non sapere cosa farà
fra un giorno , o un'ora
questa sconosciuta che
mi guarda dallo specchio
E ciò che desidero di più
più di qualunque altra cosa
è solo sapere chi sono.





23 agosto 2015
A furia di giocare a nascondino,
nascondendo tutto e
illudendosi di essere molto furbe,
certe persone, allla fne,
rimarranno da sole.





25 agosto 2015

Se sono troppo lucida sto male, e allora anch'io come tutti, essendo una persona con le proprie debolezze e tanti limiti ,cerco un antidoto al dolore, al senso di vuoto, alla solitudine, alla totale mancanza di dialogo.
Che faccio ? Non sono un'alcolizzata, fumo e detesto le sigarette, la gente mediocre, i discorsi vuoti che sento in giro, ma anche qui, nel virtuale,talmente vuoti che ci potrei cadere e non venire più su.
Cerco di stordirmi con due dita di spumante, a volte sono più che sufficienti, non reggo l'alcol,guardo fuori dalla mia finestra, ormai so a memoria ogni più piccolo dettaglio, potrei muovermi ad occhi chiusi, tutto mi viene a noia, tutto è così trito e ritrito,non è che sto diventando cinica, sto solo doppiando il perimetro della mia solitudine anche oggi. E questa è un'ora che mi mette tristezza e, nello stesso tempo, un pò di pace, Il cielo si colora tutto ,in un modo strano, poi, si infiamma all'improvviso, facendoti luccicare gli occhi come a Natale, davanti a tutte quelle lucine, dai colori improbabili, ma così incredibili.E di colpo tutto cambia, sfuma, in una notte piccola, quando i colori non li distingui più, e, qualcosa, dentro di te, per un attimo si placa, quella stilettata di dolore si fa meno acuta, le rondini volano festose, come strani ghirigori neri, come se fosse l'alba, perchè sono così felici, loro ?
Più tardi mi ascolto un pò di musica, no, mi guardo un film , no, mi leggo un pò di poesie, no, dormo, si dormo, a comando, stanotte, mi addormento.
Cos'è questa cosa ? La conosco bene, ormai. E' la mia compagna fedele. Molto fedele. Del resto, se guardo bene non c'è nessuno. 


25 agosto 2015
Alcune persone nei rapporti
si comportono come dei perfetti geometri.
Prendono le misure: ho dato dato, ho ricevuto tanto,
nei raporti d'amore ci si butta.
Non importa quanto avete dato e quanto avete ricevuto.
Siate sempre esageratamente generosi.
Non fate i geometri, lasciatelo fare alle persone senza cuore.
Si volta pagina
semplicemente
si cambia.

Non lasciate mai le mani delle persone che amate